Laboratorio-a

Che Incredibile Storia

Primavera 1968. Già la collocazione temporale dovrebbe lasciare intuire tante cose. Ma qui si va oltre alla contestazione giovanile, alla liberazione sessuale, ai movimenti che avrebbero portato a tante leggi fondamentali per la nostra società. Qui si va talmente oltre da rimanere ammaliati. Colpiti e confusi dalla lucida meravigliosa follia di un giovane ingegnere di Rimini che di punto in bianco un pomeriggio decide di costruire una piattaforma in mezzo al mare antistante Rimini e dichiarare uno stato indipendente, con una sua lingua e i suoi passaporti. UN sogno idealista che diventa realtà accessibile, in un’italia che in quel momento è comunque più democristiana che mai. Elio Germano interpreta Giorgio Rosa, protagonista de “L’incredibile storia dell’isola delle Rose”. Questo attore è bravo e lo sappiamo, ma non è stato così pazzesco nemmeno quando ha fatto Quattroformaggi di Amanniti. Diretto da Sidney Sibilia, è su Netflix e lo consigliamo proprio.

Posted by

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *